• zen
  • benessere
  • Benessere Totale.

    i segreti dello stare bene
  • Salute e Benessere

    uno staff preparato per farti stare bene...
Stampa

LIFTING SI, LIFTING NO

Scritto da Super User. Postato in Attività

lifting du visage

Di fronte alla comparsa dei primi segni dell’età sul volto o in altre zone della nostra pelle ci poniamo la fatidica domanda : come posso cancellare questi segni ineluttabili del tempo?

 

C’e’ una via certamente meno aggressiva , che è quella in cui si utilizzano dei prodotti che riescono a rilassare i tessuti , dare maggiore turgidità e quindi far scomparire le piccole rughe , c ‘è una via più aggressiva che consente di trattare questi inestetismi di maggior rilievo applicando un lifting chirurgico , sicuramente di maggior risultato ma di costi sia economici che biologici molto superiori.

 

Oggi però è possibile anche rivolgersi alla classica via di mezzo che consente di ottenere risultati ottimi con un “ impegno “ molto inferiore : il SOFT LIFTING

la tecnica con fili di sostegno che ringiovanisce il volto senza cambiarne l'espressione. Questo nuovissimo trattamento di ringiovanimento utilizza speciali "fili di sostegno" che sostengono appunto le strutture cedute del volto, come ad esempio, gli zigomi, il mento, le guance e la fronte. I fili sono costituiti da materiali bio-compatibili con il derma, e si riassorbono nel tempo.

 

Ma per chi è indicato? Il soft lifting con fili dà i migliori risultati per coloro che presentano cedimenti iniziali o che desiderano migliorare l'aspetto del loro viso gradualmente, cioè in più sedute che favoriscono la ristrutturazione dei tessuti. Tipicamente le zone trattate sono la regione frontale, gli zigomi e l'area che va da metà faccia sino al collo , anche se per la facilità di esecuzione, la tecnica con fili bio-stimolanti si è dimostrata utile anche nei cedimenti dell’interno coscia, dell’addome e delle braccia. Viceversa il soft lifting non appare indicato ni casi di avanzati cedimenti, per i quali si suggerisce il lifting tradizionale, che può avere un maggiore effetto immediato e nel tempo .Tuttavia, se i pazienti richiedono la diminuzione di cicatrici e convalescenza, si può intervenire con entrambe le tecniche.

 

Altra domanda che spesso viene posta è :quale è l’età migliore per questo trattamento ? I migliori risultati si hanno nell’età media, dai 30 ai 50-60 anni; nelle età più avanzate, specialmente per chi fuma, occorre associare il soft lifting con fili ad altri trattamenti antiageing.

 

Dopo l’applicazione dei “ fili “ il paziente verrà medicato con dei piccoli cerottini e del ghiaccio da tenere per qualche ora per evitare ematomi e ridurre gli edemi. Dopo 24 ore il paziente è presentabile dato che non c’è convalescenza, il risultato è immediato, anche se la biostimolazione migliora nel tempo. Dopo due - tre settimane l’intensa stimolazione della naturale produzione di collagene e fibre elastiche permette la formazione di una struttura di sostegno con importante effetto lifting. Dopo diversi mesi l’effetto lifting è al suo massimo, poiché vi è stato un graduale incapsulamento del filo nel tessuto connettivo fibroso e la formazione di collagene attorno al filo stesso. Dopo circa 6 – 8 mesi: i fili in PDO sono stati completamente riassorbiti mediante azione idrolitica, in maniera del tutto naturale ed innocua, ma la biostimolazione e l’effetto lifting durano ancora, poiché il supporto meccanico prodotto dai fili, stabile per 6-8 mesi, avrà generato una importante stimolazione endogena i cui benefici saranno visibili molto più a lungo.

 

Come si vede, anche per il soft lifting, come per tutte le tecniche e terapie applicate in ambito sanitario, essenziali per la buona riuscita sono le corrette indicazioni e la precisa tecnica operatoria consigliata dal medico.

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, verrai informato su tutte le nostre offerte e attività
Privacy e Termini di Utilizzo
VI INFORMIAMO CHE QUESTO SITO NON UTILIZZA COOKIES DI PROFILAZIONE